Coinalytics pubblica le API per Bitcoin Intelligence

By | 2 marzo 2015

Bitcoin Intelligence tramite CoinalyticsLa blockchain di Bitcoin non ha intrinsecamente alias o nomi associati a determinati indirizzi bitcoin, tuttavia, tutte le transazioni che avvengono sulla rete sono visibili pubblicamente. Questa informazione permette di eseguire alcuni tipi di analisi e stabilire relazioni significative oltre che utili interconnessioni derivate dall’incrocio dei dati. Coinalytics, start-up con sede a San Francisco, ha rilasciato il servizio di API Blockstem, che consente agli utilizzatori di interrogare la blockchain Bitcoin ed eseguire analisi di bitcoin forensics. L’API è aperta a tutti, non soltanto a organizzazioni o aziende. I tecnici di Coinalytics sono convinti che le imprese che operano con o fanno uso della criptovaluta saranno particolarmente interessate a questi strumenti, per migliorare la loro protocolli di sicurezza e contribuire a rilevare le entità sospette. L’API Blockstem può anche essere utilizzata per eseguire operazioni di sorveglianza sui furti bitcoin e transazioni fraudolente di bitcoin sul registro blockchain.

Bitcoin forensics tramite CoinalyticsLa nuova API, fornisce una rappresentazione visiva della attività dei Bitcoin sulla blockchain, così come cluster di mappe e indirizzi di gruppo che appartengono alla stessa chiave privata. Esaminando senza software specifici la blockchain, si potranno vedere soltanto indirizzi bitcoin alfanumerici con un minimo di relazione circa le transazioni (ad esempio tramite la taint analysis fornita blockchain.info), ma con l’API Blockstem diventa evidente quali indirizzi appartengono a quale entità. L’API Blockstem fornisce anche la possibilità di visualizzare le relazioni tra i cluster, tecnica conosciuta come “categorizzazione”. La categorizzazione rivela  la natura delle transazioni Bitcoin che si svolgono in gruppi specifici di cluster. Ad esempio, un analista con l’API, può specificare una determinata categoria su cui vorrebbe indagare, Blockstem rivelerà tutti i cluster associati a tale categoria particolare.

Grafo delle relazioni tra indirizzi bitcoinUn altro punto su cui la Bitcoin Intelligence fornita dalle API Blockstem può apportare informazioni utili è il bitcoin tagging. Ogni indirizzo e di cluster ha un tag ad esso associati. Il tag fornisce informazioni aggiuntive, come ad esempio il saldo Bitcoin e il numero di transazioni, come una sorta di profilo generale. Questo tipo di informazioni dettagliate sul flusso di fondi sulle reti ha applicazioni del mondo reale. Ad esempio, i commercianti e gli utenti possono vedere da chi sono provenienti i fondi di cui hanno ricevuto un versamento tramite transazione bitcoin. Una persona può decidere di non accettare i bitcoin che sono stati coinvolti in furti o altre attività illecite, come i ransomware che ormai coinvolgono il meccanismo di scambio di bitcoin per il pagamento del riscatto. Questo tipo di analisi dettagliata della blockchain può anche essere utilizzato per rintracciare i cyber-criminali: ci sono già stati diversi casi in cui Coinalytics ha dimostrato di essere in grado di tracciare profili di chi ha commesso attività illecite.

La metodologia di analisi cluster è stata utilizzata, ad esempio, per tracciare i fondi rubati nel furto dell’Exchange MintPal. La squadra Coinalytics, con l’aiuto di alcuni membri della comunità Bitcoin, è riuscita a individuare e seguire i movimenti di grandi quantità di bitcoin attraverso indirizzi diversi, rintracciando più di 8717 BTC, che sono stati rubati dall’impresa MintPal. Bitstamp, uno dei più grandi exchange di bitcoin, sono stati quindi messi al corrente della grande somma di bitcoin rubati e hanno provveduto a far sì che i bitcoin rubati non potessero passare attraverso il loro sistema.

Consigliamo, per chi non ha la possibilità di testare le API Blockstem di CoinAlytics, di sperimentare la funzionalità dei seguenti strumenti online:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *